Giordania e Terra Santa con p. Piermarco

-

La NOTTE sembra essere un tempo privilegiato per l'agire di Dio, il quale ha creato il mondo togliendolo dal buio, ha liberato il suo popolo nella notte del paesaggio del Mar Rosso, così come di notte ha fatto vivere momenti importanti ai suoi fedeli, come Giacobbe allo Iabbok o Mosè dopo la sua partenza, fino alla notte di Maria e Giuseppe a Betlemme e a quella che le riassume tutte vissuta dal Figlio dell'uomo al Getsemani e sulla croce.
Forse perché la notte abbassiamo le nostre difese o perché ci ricorda il passaggio dall'utero materno alla vita, oppure perché è il momento in cui ci sentiamo più fragili e soli, è però un tempo speciale in cui Dio interviene facendoci passare attraverso di essa, verso un'alba nuova, sorgente di vita e di risurrezione.
Il nostro itinerario ripercorre alcuni luoghi in cui si farà memoria di queste notti per rivivere simbolicamente le scoperte che hanno fatto coloro che le hanno vissute prima di noi.

 

5 Aprile, venerdì: ROMA | ISTANBUL | AMMAN

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Roma; disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza alle ore 15,25 con volo di linea Turkish per Amman, transitando per l’aeroporto di Istanbul. Arrivo in serata alle ore 23,55, incontro con l’assistente e trasferimento in albergo. Pernottamento.

6 Aprile, venerdì: MADABA | MONTE NEBO | PETRA

In mattinata partenza per Madaba dove è conservato un mosaico che rappresenta la Terra Santa secondo i canoni teologici e geografici cristiani di epoca bizantina. Ultima sosta sarà nei pressi del Monte Nebo dove giunse e sostò il popolo di Israele guidato da Mosè e dove un santuario ne ricorda la sua sepoltura. Dal complesso che sorge su un’altura elevata, ammireremo lo splendido panorama verso “la terra promessa’’. Dopo il pranzo partenza per Petra, il meraviglioso sito archeologico patrimonio dell’Unesco. Se la tempistica lo permette, sosta a Umm Ar-rasas per la visita. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

7 Aprile, sabato: PETRA | MAR MORTO

La giornata sarà dedicata alla visita di Petra, meraviglia tra le meraviglie, raggiungibile da una gola lunga circa un chilometro e mezzo e in alcuni punti molto stretta (per attraversarla si possono utilizzare i cavalli e per chi lo desidera - in maniera molto ridotta - calessi a 2 posti a pagamento).

Durante l'Esodo, Mosè e gli Israeliti passarono proprio nell' area di Petra e, secondo la tradizione, la sorgente di Wadi Musa (Valle di Mosè) sarebbe il luogo in cui Mosè colpì la roccia, facendo sgorgare l'acqua. Superando il "al Khazneh" o casa del tesoro, un monumento la cui natura non è ancora chiara, si salirà verso i luoghi sacri, antichi santuari a cielo aperto che dominano la città fino a raggiungere l'ara di Abramo.

Si visiteranno inoltre monumenti di incredibile bellezza, come il Monumento del Leone, il Tempio Giardino, la Tomba Rinascimento. In tempo utile partenza per il Mar Morto, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

8 Aprile, domenica: BETANIA SUL GIORDANO | ALLENBY BORDER | BETANIA | GERUSALEMME

In mattinata partenza per il confine con la Giordania facendo un sosta a Betania, luogo del battesimo. Proseguimento in località Allenby: congedo dalla guida locale e attraversamento della frontiera (che potrà durare sino 3 ore). Pranzo e salita a Gerusalemme facendo sosta a Betania per la visita. Sistemazione in albergo | casa religiosa, cena e pernottamento.

09 Aprile, lunedì: AIN KAREM | BETLEMME

Di primo mattino trasferimento ad Ain Karem e visita dei santuari della Visitazione e di S. Giovanni Battista. Pranzo e nel pomeriggio visita al Campo dei Pastori, luogo dove gli Angeli hanno annunciato ai pastori la venuta del Cristo e proseguimento a Betlemme, per la visita alla Basilica della Natività, delle Grotte di S. Girolamo, della Grotta del Latte e del Campo dei Pastori. Rientro a Gerusalemme, cena e pernottamento.

10 Aprile, martedì: GERUSALEMME: MONTE ULIVI | VIA DOLOROSA

In mattinata saliremo al Monte degli Ulivi: sosta all’Edicola dell’Ascensione, alla chiesa che conserva la Grotta detta del Pater Noster e al Dominus Flevit. Raggiugeremo infine il Getzemani, o Basilica delle Nazioni, la Grotta dell’Arresto e la chiesa ortodossa della Tomba di Maria.

Proseguimento delle visite alla città: visita alla Chiesa di St. Anna e alla Piscina Probatica. Poi, percorreremo a piedi la “Via Dolorosa”, lungo un itinerario sul quale, per devozione popolare, sono segnate diverse stazioni della Via Crucis. Nel percorso prevediamo solo alcune visite: alla Chiesa della Flagellazione; alla 6° stazione (dedicata a Veronica); alla 9° stazione (dove si trova il

patriarcato copto); alla Basilica della Resurrezione, con la visita approfondita al Calvario e al Santo Sepolcro. Tempo libero.

11 Aprile, mercoledì: GERUSALEMME: MONTE SION | GALILEA

Dopo la prima colazione, Passando dalla Porta di Sion o da quella dei Magrebini, raggiungeremo a piedi il Cenacolo sul Monte Sion, dove faremo memoria dell’ultima cena e della discesa dello Spirito Santo. Visita al Cenacolino francescano, alla Basilica della Dormizione e alla Chiesa del Gallicantu.

Pranzo e nel pomeriggio partenza per la Galilea, sistemazione a Nazareth, cena e pernottamento.

12 Aprile, giovedì: NAZARETH | MT. TABOR | CANA

Dopo la prima colazione, ci dedicheremo alla visita di Nazareth, dominata dalla massiccia basilica dell’Annunciazione, visibile da qualsiasi punto della città e costruita sull’antica planimetria della chiesa crociata. Visita al Museo Francescano, alla chiesa di San Giuseppe e alla sua grotta, che a partire dal XVII sec. è stata identificata come la bottega di Giuseppe.

Nel pomeriggio partenza per il monte Tabor, la cui perfetta forma conica ha contribuito a creare la fama di monte sacro. Nel 348 fu Cirillo di Gerusalemme ad identificarlo come il luogo dell’episodio della Trasfigurazione. Visita alla Basilica francescana e durante il tragitto di rientro, con sosta a Cana.

13 Aprile, venerdì: LAGO DI TIBERADE

Dopo la prima colazione partenza per il lago di Tiberiade, luogo della chiamata dei primi 4 discepoli e dell’attività messianica di Gesù, che comprendeva l’insegnamento nelle sinagoghe, la guarigione dalle malattie, la chiamata e la formazione dei discepoli, la preghiera.

Inizieremo con la sosta al Monte delle Beatitudini; raggiungeremo poi Cafarnao per visitare il sito e la chiesa dedicata a Pietro. Condizioni atmosferiche permettendo, salperemo su un battello per raggiungere il Kibbutz di En Gev per il pranzo. Sempre costeggiando il lago raggiungeremo la località di Tabgha dove visiteremo la Chiesa del Primato (la Chiesa Benedettina della Moltiplicazione dei pani è chiusa la domenica). Rientro a Nazareth, sistemazione in albergo | casa religiosa, cena e pernottamento.

14 Aprile, sabato: MONTE CARMELO | SEFFORIS | TEL AVIV | ISTANBUL| ROMA

In mattinata partenza per Tel Aviv. Sosta a Sefforis, la città più importante ai tempi di Gesù tanto che Antipa (figlio di Erode) ne volle fare l’ornamento di tutta la Galilea, diversamente da Nazareth che era costituita da grotte. Proseguiremo costeggiando la costa mediterranea raggiungendo la Baia di Haifa per una sosta al Santuario del Carmelo.

 

Continuando a visitare questo sito, accetti l'utilizzo di cookies, per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Accetto
Informazioni sui cookies