In Germania nel quinto centenario della Riforma Luterana

-

PARTENZA DA MILANO, POSSIBILITA' DI PARTENZA DA ALTRE CITTA' ITALIANE!

1 luglio, sabato: MILANO - su richiesta da altre città italiana- | BERLINO

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto concordato; disbrigo delle operazioni d’imbarco e partenza per Berlino, transitando per l’aeroporto di Monaco. All’arrivo, incontro con la guida e primo incontro con la città dai forti contrasti: l’eleganza opulente della Kurfuersten Damm, l’acciaio nero e il cristallo dell’Europa Center, le colonne doriche della Porta di Brandeburgo, emblema della città, il viale dei tigli, l’Università Humboldt, le rovine della chiesa dell’Imperatore Guglielmo. In tempo utile trasferimento in albergo, sistemazione cena e pernottamento.,

2 luglio, domenica: BERLINO

Ancora mezza giornata di visita della città con la guida: il quartiere san Nicola, il nucleo della vecchia Berlino, la Max Engels Platz con il palazzo della Repubblica e il Duomo in stile neo- barocco. Tempo libero per visite individuali. Cena e pernottamento in albergo.

3 luglio, lunedì: WITTENBERG | LIPSIA

In mattinata partenza per Wittemberg, il luogo dove Lutero diede avvio alla riforma protestante pubblicando nel 1517 le sue 95 tesi contro la corruzione della chiesa cattolica. Wittenburg conserva numerosi siti legati alla riforma che sono considerati patrimonio dell’Unesco. Visiteremo la casa di Lutero, un ex monastero dove visse come monaco dal 1508 e che venne trasformata in abitazione dalla sua famiglia nel 1525. Qui si trova un’interessante mostra che aiuta a comprendere la figura di Lutero, il suo tempo e l’impatto che le sue idee ebbero sulla società.
Sosta a Luthereiche, la quercia che segna il punto dove il predicatore bruciò la bolla papale di scomunica nel 1520; faremo poi una sosta presso la Melanchthon Haus, ossia la casa dove visse Malantone, grande amico di Lutero. Sosta anche a Schlosskirche, la chiesa dove Lutero affisse le 95 tesi: in questa chiesa sono sepolti Lutero e Malantone. Ultima sosta alla Stadtkirche Sankt Marien, la chiesa che diede avvio alla riforma poiché qui nel 1521 venne celebrata la prima funzione protestante e Lutero tenne i suoi sermoni. Proseguimento per Lispia, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.


4 luglio, martedì: LIPSIA | EISLEBEN: “la mia patria”

Mattinata dedicata alla visita di Lipsia: passeggiata nel centro storico per la visita all’Opera, alla chiesa di San Nicola e alla piazza del Mercato dove si trova un monumento dedicato a Goethe. Possibilità di visitare il Museo dedicato a Bach, il vecchio Municipio e la chiesa di San Tommaso, dove Bach cantò per oltre un quarto di secolo e dove vi è sepolto. In tempo utile partenza per Eisleben, la città della nascita e della morte di Martin Lutero (1483 | 1546). Si narra che prima di morire Lutero ebbe a dire: Mein Vaterland war Eisleben (la mia patria fu Eisleben). Visitermo la casa dove è morto e dove è nato, la chiesa di San’Andrea (dove Lutero pronunciò i suoi sermoni), la chiesa dei Santi Pietro e Paolo dove venne battezzato e la chiesa di Sant’Anna, dove si trova una Bibbia in pietra unica del suo genere in Europa. Proseguimento per Erfurt sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

5 luglio, mercoledì: ERFURT | EISENACH “la cara città di Martin Lutero

Mattinata dedicata alla visita di Erfurt, dove si trova il monastero agostiniano dove Lutero entrò il 17 luglio 1505 come novizio, emise la professione solenne e fu ordinato sacerdote. Visiteremo la cattedrale cattolica dedicata alla vergine (Mariendom) che conserva le famose finestre colorate nel coro gotico e dove Lutero nel 1507 diventò prete; il Kraemerbruecke, l’unico ponte a nord delle Alpi dove sono state costruite case da entrambi i lati; l’Angermuseum ossia l’edificio barocco con una straordinaria collezione di arte medievale e ceramiche della Turingia; e infine la vecchia sinagoga, uno dei luoghi di culto ebraico più antichi in Europa.
In tempo utile raggiungeremo Eisenach, un piccolo centro urbano situato al limite della Selva di Turingia. Fu uno dei luoghi molto cari a Lutero: qui da piccolo frequentò la scuola e vi tornò qualche anno più tardi per rifugiarsi a Wartburg. Eisenach diede i natali a John Sebastian Bach. Visiteremo la Georgenkirche, dove Elisabetta di Ungeria sposò Ludovico V e dove fu battezzato J. Sebastian Bach e dove Martin Lutero predicò durante la scomunica papale. Visita alla casa di Lutero una delle più antiche e belle Fachwerkhoeuser della Turingia, dove visse negli anni della scuola e che è stata trasformata in un museo. Rientro ad Erfurt.

6 luglio, giovedì: MARBURG | MAGONZA

Tempo dedicato ancora alle visite con l’accompagnatore e partenza per Magonza, transitando per Marburg. Visita di questa città, dal bel centro storico che vanta antiche e pittoresche strade, come Augustinerstrasse e Kirschgarten, ricche di case a graticcio dalle facciate rococò rinascimentali, ideali per fare una bella passeggiata. Visita alla cattedrale di Magonza, costruita nel X secolo, e caratterizzata dalla sua imponente torre a base romanica, dalla cupola molto alta e dal doppio coro e al Gutenberg Museum, dedicato all’inventore della stampa Johann Gutenberg che qui ebbe i natali e che con la sua invenzione contribuì alla diffusione delle tesi protestanti.
Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

7 luglio, venerdì: CROCIERA SUL RENO | WORMS

In mattinata partenza per una mini crociera sul Reno: il tratto del fiume che scorre da Magonza a Coblenza, è uno dei percorsi più affascinanti della Germania ed è stata dichiarata patrimonio mondiale dall’Unesco. Lungo le dolci rive del fiume si susseguono paesaggi mozzafiato e ci si immerge nella meraviglisa natura. Nessuna città industriale o fabbrica, lungo questo viaggio si incontrano ma solamente magnifici vigneti, antichi castelli arroccati, piccoli ed eleganti borghi adagiati lungo le sponde del Reno. Tra le rocce ancora riecheggiano le leggende e i racconti medievali dei Nibelunghi e le parole del grande scrittore Goethe che amava visitare questi luoghi. Il fascino di questo viaggio si può scoprire sia in auto che in battello, ma, per i veri amanti delle escursioni, è possibile anche in bici. dal fascino Il porto di Magonza è un ottimo punto di partenza per un’indimenticabile viaggio lungo il fiume e la meravigliosa valle del Reno.
Scenderemo a Worms per un breve giro orientativo del centro storico: da questa storica località interamente circondata da vigneti ha inizio la Deutsche Weinstrasse, la famosa strada dei vini. Nella lunga storia della città dei Nibelunghi si ricorda la famosa dieta di Worms del 1521, nella quale l’imperatore Carlo V d’Asburgo bandì Martin Lutero dall’Impero e ne proscrisse le dottrine. Arrivo in serata ad Heidelberg, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

8 luglio, sabato: HEIDELBERG | FRANCOFORTE

Dopo la prima colazione visita di mezza giornata della città di Heidelberg dai paesaggi incantevoli: la città sorge sulle rive del fiume Neckar, ai piedi del suo storico castello ed è circondata dai boschi e dalle colline del Baden Wurttemberg. E’ la sede della più antica università tedesca, fondata nel 1386 da Ruprecht I, e di altri prestigiosi centri culturali e scientifici a livello internazionale. Nel corso dell’Ottocento l’università diede prestigio alla città e la presenza di poeti, scrittori, pittori e filosofi fece di Heidelberg un centro del romanticismo tedesco. Passeggeremo con la guida per il centro storico attraversando le strette vie fino ad arrivare al Rathaus del 1700, alla Haus zum Ritter (casa Ritter), alla Jesuitenkirche, la chiesa dei Gesuiti e infine al Karl-Theodor-Brucke, il ponte dal quale si può ammirare un panorama meraviglioso. Possibilità di visitare il castello nel tempo libero.
In tempo utile partenza per Francoforte, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

9 luglio, domenica: FRANCOFORTE | MILANO

In mattinata visita al castello di Wartburg, uno dei più famosi della Germania, dove qui tradusse la bibbia in Tedesco. Lutero fu rapito e portato qui da “guerrieri mascherati” uomini del principe Federico. Qui dimorò vestito da cavaliere con il nome di Junker Joerg. Da qui partì la sua azione energica contro i Rottengeister, che già minacciavano per eccesso la sua riforma. In tempo utile partenza per l’aeroporto di Francoforte, disbrigo delle operazioni d’imbarco e partenza per l’Italia.

 

 

Continuando a visitare questo sito, accetti l'utilizzo di cookies, per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Accetto
Informazioni sui cookies