Terra Santa e Giordania con p. Pinuccio!

-

Questo è un viaggio speciale, che parte dalla Giordania, visitando Petra e salendo il Monte Nebo, dalla cima del quale Mosè contemplò la Terra Promessa...
Passando il confine in località Allenby arriveremo nella Terra del Padre “ricco di misericordia” (Ef 2,4), che ha rivelato il suo nome a Mosè come “Dio misericordioso e pietoso, lento all’ira e ricco di amore e di fedeltà” (Es 34,6).

Venerdì, 17 Novembre 2017: ITALIA | ROMA | AMMAN

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto concordato, operazioni d’imbarco e partenza per Amman – via Roma. Arrivo nella capitale giordana in nottata, sistemazione in albergo e pernottamento.

Sabato, 18 Novembre 2017: AMMAN | WADI RUM

Prima colazione in albergo e partenza per Tel Dhiban, dove fu scoperta la stele di Mesha, proseguimento per Umm Ar-Rasas, dove sono state ritrovate 19 chiese bizantine. Pranzo in corso di escursione. Al termine partenza per il Wadi Rum. Escursione in Jeep 4x4 lungo il Wadi Rum, un percorso in mezzo al deserto giordano dal caratteristico paesaggio lunare. Qui ai margini dell’imponente valle sabbiosa, montagne alte centinaia di metri assumono forme bizzarre e incredibili tonalità di colore. Dal punto di vista archeologico è stato importante ritrovare nel deserto giordano graffiti molto antichi a testimonianza che questi luoghi furono abitati fin dalla preistoria. Cena e pernottamento in campo tendato nel wadi Rum con i Beduini.

Domenica, 19 Novembre 2017: DESERTO | PETRA

In mattinata tempo personale per la preghiera. Al termine partenza per Petra: antica città dei Nabatei, tutta scavata nella roccia, centro di un impero di duemila anni fa e considerata una delle sette meraviglie del mondo. Durante l'Esodo Mosè e gli Israeliti passarono proprio nell'area di Petra e, secondo la tradizione, la sorgente di Wadi Musa
(Valle di Mosè) sarebbe il luogo in cui Mosè colpì la roccia, facendo sgorgare l'acqua. Il cuore dell’insediamento antico si raggiunge a piedi oppure utilizzando un calesse (a pagamento), attraverso uno stretto canyon detto "siq". Superando il "al Khazneh" o casa del tesoro, un monumento la cui natura non è ancora chiara, si sale verso i luoghi sacri, antichi santuari a cielo aperto che dominano la città fino a raggiungere l'ara di Abramo. Si visiteranno inoltre monumenti di incredibile bellezza, come il Monumento del Leone, il Tempio Giardino, la Tomba Rinascimento. Si percorrerà la Strada delle colonne di epoca romana.

Lunedì, 20 Novembre: LA VIA DEI RE KERAK | MONTE NEBO | MADABA | AMMAN

Partenza lungo la “strada dei re”, la via di comunicazione ancora in uso più antica del mondo. Sosta e visita del castello di Kerak, dove si trova la fortezza fatta costruire nel 1132 per ordine di re Baldovino I, sulla sommità di un altopiano. La più antica traccia di frequentazione di questo luogo risale addirittura all'età del ferro e sappiamo dalle fonti bibliche che Kerak fu una delle città più importanti del regno di Moab. Visita del sito archeologico e proseguimento per il Monte Nebo, dove giunse e sostò il popolo di Israele guidato da Mosè. Visita della chiesa a lui dedicata, con pavimentazioni raffiguranti scene di caccia e vita campestre. Proseguimento per Madaba, capitale dei mosaici bizantini e visita alla chiesa di San Giorgio, dove si trova l’unica mappa che rappresenta la Palestina.
Cena e pernottamento in albergo ad Amman.

Martedì, 21 Novembre: LE CITTA’ DELLA DECAPOLI: JERASH | PELLA | UMM QEIS

Giornata tematica perché tocca i centri archeologici visibili della cosiddetta decapoli ellenistico-romana, lega di città greche semi-indipendenti fondate al tempo di Alessandro Magno e dei suoi successori. Nel periodo dell’impero romano questi centri rappresentano, insieme alle città siriane a Nord, i più importanti luoghi di passaggio delle vie carovaniere provenienti dallo Yemen e sono quindi delle città fiorentissime. La ricchezza fu investita con raro gusto nell’architettura monumentale, che a sua volta influenzò anche l’occidente romano, e che si distingue per l’estrema raffinatezza nelle rese architettoniche e decorative: Gerasa, chiamata anche la Pompei del Medioriente, splendida testimonianza della grandezza dell’opera di urbanizzazione romana nelle provincie dell’impero in Medio Oriente; Pella, fiorente nome dal luogo di nascita di Alessandro Magno; Umm Qays, l’antica Gadara citata nel vangelo di Matteo, dove ebbe luogo il miracolo dei maiali. Fondata in età ellenistica, divenne parte della Decapoli dopo la conquista romana del 65 a.c. Rientro ad Amman per cena e pernottamento.

Mercoledì, 22 Novembre: AMMAN | BETANIA SUL GIORDANO | MACHERONTE | BETLEMME

Prima colazione e partenza per Betania, il luogo che ricorda il battesimo di Gesù. Proprio in questo luogo è stata rinvenuta la grotta dove visse e operò Giovanni Battista. I primi pellegrini notarono che dalla grotta usciva dell’acqua, che Giovanni beveva e usava per il battesimo. Proseguimento per Macheronte, e visita della fortezza erodiana dove fu ucciso Giovanni Battista. Al termine partenza per il confine di Allenby, disbrigo delle formalità doganali e proseguimento per Betlemme. Sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento a Gerico.

Giovedì, 23 Novembre: GERICO | GERUSALEMME

La mattinata sarà dedicata alla visita di Betlemme. Visita alla Basilica della Natività, di Santa Caterina e alle grotte sotterranee. Pranzo e trasferimento a Gerusalemme. A piedi raggiungeremo il Monte Sion: visita al Cenacolo, dove faremo memoria dell’ultima cena e della discesa dello Spirito Santo, al Cenacolino francescano, alla Basilica della
Dormizione e alla Chiesa del Gallicantu, che fa memoria del tradimento di Pietro. Sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

Venerdì, 24 Novembre: GERUSALEMME

Visite a Gerusalemme. In mattinata saliremo sul Monte degli Ulivi, raggiungendo Betfage, con sosta al Pater Noster e al Dominus Flevit. Arrivo alla basilica del Getzemani: la lettura del vangelo ci introdurrà nel mistero della decisione di Gesù di consegnarsi, dopo una notte trascorsa a pregare nell’orto. Visita alla Grotta dell’arresto e alla chiesa ortodossa della Tomba di Maria. Pranzo in ristorante. Raggiungeremo a piedi la via “Dolorosa”, chiamata così perché essa vuol seguire la via che percorse Gesù dal Pretorio al Calvario. Partenza dalla Porta dei Leoni e visita alla Chiesa di St. Anna e alla Piscina Probatica; visiteremo poi la Chiesa della Flagellazione; la
6° stazione (dedicata a Veronica); la 9° stazione (dove si trova il patriarcato copto); il Monastero russo dedicato a S. Alessandro Nevski, dove si trova una soglia che può essere messa in relazione con l’antica porta delle Mura di Gerusalemme che Gesù ha varcato per salire al Calvario; e infine alla Basilica della Resurrezione, con la visita approfondita al Calvario e al Santo Sepolcro. Cena e pernottamento.

Sabato, 25 Novembre: GERUSALEMME | TEL AVIV | ROMA | ITALIA

Tempo libero e partenza per l’aeroporto di Tel Aviv. Operazioni d’imbarco e rientro in Italia via Roma. Termine dei servizi.

Continuando a visitare questo sito, accetti l'utilizzo di cookies, per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Accetto
Informazioni sui cookies